Altri Eventi Importanti

Corso fotografico Lightroom 1

Scopri come posprodurre le tue foto senza perdere tempo e con efficacia.

il 7 e 8 settembre

Viaggio fotografico Islanda

Viaggio fotografico in Islanda, il cuore pulsante della Terra

dal 10 al 19 settembre 2019

Viaggio fotografico Cina settembre

Nella terra del Dragone, la Cina tra sviluppo e tradizioni contadine

dal 21 sett. al 4 ott. 2019

Viaggio fotografico Birmania Myanmar novembre

Viaggio fotografico nell’anima del Myanmar

dal 4 al 14 nov. '19

Workshop fotografico Carnevale di Venezia

Il carnevale più elegante del mondo

dal 14 al 16 febbraio 2020

Voglio rimanere aggiornato sulle vostre proposte

Viaggio Fotografico

Birmania

Viaggio fotografico nell’anima del Myanmar

dal 4 al 14 nov. '19

Min 5 - Max 8 partecipanti

Perchè scegliere questo Viaggio Fotografico

Viaggio fotografico permetterà, ad un ristretto gruppo, di conoscere e capire come realizzare un reportage con immagini indimenticabili.

Viaggio con la più alta soddisfazione, alla sua settima edizione!

Religione, Popoli, Cultura, Etnie che stanno scomparendo: tutto ciò che avete sempre desiderato!

Descrizione.

La Birmania (ora Myanmar) è un Grande Paese, forgiato da una storia antica e da una religione che è il cuore pulsante di una popolazione straordinaria e di grande ospitalità.


Photo School Travel è lieta di proporvi un’esperienza unica frutto di diversi sopralluoghi e numerose edizioni del viaggio fotografico unito alla sinergia tra una efficientissima struttura organizzativa sul posto, una capace guida locale parlante italiano e la nostra collaudata assistenza e organizzazione fotografica.  

Tutto questo vi darà la possibilità di trovare tutte le risposte alle domande che questo antico territorio fa nascere in un viaggiatore.


Avrete l’opportunità di fermare, con la vostra macchina fotografica, gli istanti e gli scenari che descrivono gli angoli di questo territorio senza tempo.
I vostri scatti narreranno e trasmetteranno le sensazioni, le emozioni, e le passioni che questo viaggio fotografico vi regalerà.


Il percorso toccherà i luoghi simbolo della religione, del paesaggio e dei popoli che hanno dipinto uno dei più bei paesi sulla Terra non ancora completamente aperto al turismo.


Il verde, il rosso e l’oro saranno i colori che vi guideranno durante questa esperienza.
Il viaggio è strutturato per dare la possibilità si sviluppare due diversi temi: con il primo percorso si potranno scoprire gli angoli paesaggistici, la vita e la religione di questa popolazione.


Partecipando anche all’estensione, grazie a degli speciali permessi governativi, si potranno scoprire le singolari etnie delle montagne che vivono al confine con la Cina e il Laos.


Cosa aspetti?

Unisciti al gruppo, esplora e vieni anche tu a scoprire e capire, con i tuoi occhi e attraverso l’obbiettivo della tua macchina fotografica, questo affascinante e misterioso paese.

 

Dove sarai

Programma delle giornate

Yangon

Martedì 5 novembre

Incominceremo a scoprire questo mistico e appassionante paese dalla capitale: Yangon.

 

In base all’orario di arrivo, dopo un riposo per il viaggio fatto, ci potremo recare in uno dei luoghi di culto più importanti e grandi dell’intera Birmania: il complesso religioso dedicato alla Pagoda d’Oro (Shwedagon Pagoda). Esso è un enorme stupa, circondato da innumerevoli templi e statue votive, che di sera viene illuminato da migliaia di lumini di cera.

Lo stupa è completamente ricoperto da foglie d’oro che lo rendono un luogo mistico e prezioso.

Qui effettueremo scatti fino a tutta la sera.

Dove si dorme

Yangon

La mistica Roccia d'Oro

Mercoledì 6 novembre

Ci sposteremo verso un luogo tra i più mistici e venerati di tutta la Birmania e del sud-est asiatico: la roccia d’oro (Pagoda Kyaiktiyo).

Un immenso masso completamente ricoperto di foglia oro, sormontato da uno Stupa, che poggia in un equilibrio precario sul ciglio di un burrone, la leggenda vuole che se il masso cadrà il mondo finirà.
Per raggiungere questo luogo abbandoneremo il nostro mezzo di trasporto privato per usare necessariamente i mezzi pubblici locali usati dai pellegrini.


Prima di raggiungere la nostra meta, ci fermeremo al grande monastero di Bago dove visiteremo liberamente tutto il complesso e assisteremo alla cerimonia del pranzo di centinaia di monaci.

Dove si dorme

Kyaiktiyo

Verso l'antica capitale

Giovedì 7 novembre

Dopo un secondo breve giro fotografico (facoltativo) alla roccia doro,  torneremo verso Yangon.

Passando per zone rurali ci potremo fermare lungo la strada per scoprire come vengono realizzati i vasi in terracotta fatti a mano o vedere le piantagioni di alberi di caucciù e la realizzazione di questo prodotto.


Arrivo a Yangon in serata per il volo di trasferimento verso la zona di  Mandalay.
Arrivo dopo circa un’ora e trasferimento in hotel per la cena.

Dove si dorme

Mandalay

Ava e l'U Bein Bridge

Venerdì 8 novembre

La mattina a Mandalay dove visiteremo la citta di Ava, un monastero per ragazzi orfani (non è pietismo, lì tutti hanno il sorriso!), e altri luoghi propri della vita comune di questa gente tra cui uno dei più bei templi in legno dalle grandi colonne in tronchi d’albero.


Il resto della giornata sarà dedicata al reportage della zona intorno a Mandaly, antica citta imperiale.


Alla sera la sessione di scatti sarà dedicata al tramonto, dalle barche, sul mitico U Bein Bridge (il ponte di teak più lungo al mondo).

Cena, subito dopo il tramonto, con vista sul ponte e partenza, con il nostro mezzo privato, per la citta di Bagan: arrivo in tarda serata.

Dove si dorme

Bagan

Bagan, le mille pagode

Sabato 9 novembre

Bagan è un area dove sorgono in pochi chilometri quadrati migliaia di pagode tra Stupa e Templi:
Gli Stupa sono delle costruzioni sacre completamente piene dove all’interno sono custodite reliquie sacre come una sorta di piramidi, mentre i Templi sono costruzioni visitabili dove all’interno viene custodita una reliquia o un immagine sacra del Budda.


A Bagan, grazie alla nostra organizzazione Photo School Travel, vi sarà la possibilità di realizzare scatti che rappresentano perfettamente l’icona dell’animo religioso del Buddismo e che, altrimenti, sono impossibili da realizzare come semplici turisti.


Nell’area